Celebriamo oggi – come ogni anno ma con spirito nuovo – la Solennità della Beata Vergine Maria del monte Carmelo: si tratta di un momento particolarmente caro in cui contempliamo in Maria la creatura che più di ogni altra rappresenta il SI dell’uomo a Dio, ma anche quello di Dio all’uomo.

Così come è formata, voluta e plasmata, Maria è un dono di Dio all’umanità di cui ne conserva i tratti di una creaturalità che proviene dalla Redenzione.

Proprio in questo particolare evento ci viene presentata nel Vangelo che ascolteremo, partecipe del momento più doloroso che può esserci per una madre: la morte del figlio unico. Dalla Croce, Gesù continua a donarcela come persona e realtà da custodire gelosamente.

Sostiamo affidandoci all’intercessione dell’umile serva, capace di una disponibilità che per noi è ammonimento contro la dispersione e le tante distrazioni che frantumano i rapporti.

Chiediamo allora perdono per i nostri peccati.

OMELIA: La misericordia con la quale Dio avvolge l’umanità non è una scadenza giubilare per far festa in modo occasionale e poi lasciarla correre. Un noto detto popolare ci ricorda che “passata la festa gabbato il santo” che tradotto vuole significare dopo l’euforia si torna alla normalità. La nostra fede cristiana rifiuta entrambe: l’euforia che porta al disordine, la normalità che genera la superficialità.

In realtà la misericordia di Dio è essenzialmente dono che – una volta ricevuto – si condivide con altri non solo perché siamo chiamati alla generosità, ma perché riflettendo su noi stessi ci scopriamo bisognosi che qualcuno ci ascolti nelle nostre difficoltà, nelle nostre mancanze e di qui ci offra il perdono e la pace che alimentano la serenità dei rapporti umani.

Una misericordia talmente infinita quella di Dio che fa dire a S. Teresa che: «le nostre colpe lo inducono a perdonarci più presto come gente di casa sua, che ha mangiato (…) il suo pane» [Libro della Vita, XIX,15].

Perché – potremmo chiederci – tutto questo discorso in un giorno così festoso e solenne? I motivi sono molti, ma si possono ridurre al fatto che il nostro Dio è essenzialmente il Misericordioso per eccellenza. Però volendo scavare ancora più a fondo ci rendiamo conto che l’atteggiamento di Maria dinanzi a questo Dio – tale da renderla beata – è l’ascolto della Parola creatrice di misericordia.

Dicendo questo andiamo alla base della nostra vocazione: nel Vangelo di Giovanni l’episodio di Cana ci indica questa attenzione fiduciosa di Maria verso il Figlio e verso la nostra umanità. Gesù, sappiamo, opera in una situazione molto delicata, ma è chiaro che occorre guardare a questa vicenda delle nozze – dove la parola e l’azione di Gesù operano novità – in continuità con quanto è avvenuto nella creazione del cosmo e dell’uomo.

Agli inizi della storia Dio forma l’uomo, ora Gesù con segni particolari lo rinnova con guarigioni e atti di perdono. Parola creatrice che, presso Dio, forma l’umanità con il preciso intento di renderla partecipe della sua grandezza. Nel Cristo si attua il nuovo e definitivo principio che noi vediamo nel libro della Genesi, ma è un principio qualitativo che investe anche la vita di Maria, collocandola in una situazione particolare: Madre di Dio e Immacolata: sanata cioè da quella macchia di peccato che in noi lascia i suoi richiami a trasgredire e ad allontanarci.

L’Ordine Carmelitano ha sempre sostenuto – nei tempi difficili della storia della Chiesa la validità di questa verità – sottolineando come in questa assenza di peccato si celebrasse e si rendesse visibile tutta la bellezza di Dio.

Dalla verità di fede che noi professiamo e celebriamo il giorno 8 dicembre (e che dà il nome a questo antico monastero) si deve necessariamente passare ad un messaggio attuale: Maria risplende nella sua bellezza che non è solo esteriore (quella dell’arte che ci dona sempre delle belle pitture e monumenti), ma soprattutto bellezza di relazioni amicali e fraterne che siamo chiamati ad offrire e che l’esistenza di Maria ci mostra dai testi del Vangelo.

 Un’esistenza all’insegna della discrezione delle poche parole, ma anche di grande impegno e se nel Salmo abbiamo ripetuto: «Ti seguiremo ovunque ci condurrai Vergine Maria» sappiamo che le strade sono queste – dettate dall’umiltà e dalla discreta presenza – dove la creatura più alta lascia il passo al Creatore affinché continui a colmarla del suo favore.

Guardando Maria, antica abitatrice del Carmelo – come ci dice la tradizione dell’Ordine – siamo favoriti ad un incontro più immediato con Dio il cui monte, suo luogo più vicino all’uomo, è Cristo che ha unito a sé il Creatore e la creatura.

Un rifiuto, un ‘no’ all’idolatria ci viene proprio da Maria, il cui unico discorso di lode lo indirizza a Dio che compie le sue opere meravigliose. Ma questa lode di Maria non è altro che un’anticipazione: Gesù stesso promette a coloro che lo seguono più assiduamente e che ascoltano la sua Parola che vedranno e compiranno opere ancora più grandi.

Chiediamo allora al Signore di restare nella schiera di coloro che – come Maria – hanno custodito e meditato nel proprio cuore le cose del Signore. Tali realtà sono anche nostre, tali da illuminare la nostra esistenza non facile come lo è stata quella di Maria, ma in lei risplende la redenzione avvenuta nel Figlio.

(A cura di p. Luca Di Girolamo osm)

Newsletter
Privacy Policy

La presente Privacy Policy ha lo scopo di descrivere le modalità di gestione dei siti Internet, di secondo e terzo livello, di proprietà del Monastero SS.ma Concezione, in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti/visitatori che li consultano. carmelitane.org tratta tutti i dati personali degli utenti/visitatori dei servizi offerti, nel pieno rispetto di quanto previsto dalla normativa nazionale italiana in materia di privacy e, in particolare del D. Lgs. 196/2003. Ove l'accesso a particolari servizi venga subordinato alla registrazione previa comunicazione di dati personali, viene fornita un'informativa specifica al momento della sottoscrizione dei servizi stessi. L'acquisizione dei dati, che possono essere richiesti, è il presupposto indispensabile per accedere ai servizi offerti sul sito. http://www.e-webbest.blogspot.com conserva i dati tecnici relativi alle connessioni (log) per consentire i controlli di sicurezza richiesti dalla Legge e al fine di migliorare la qualità dei servizi offerti e personalizzarli in relazione alle esigenze degli utenti/visitatori. I dati inseriti, se non diversamente indicato, non possono essere utilizzati per inviare periodicamente messaggi di posta elettronica contenenti pubblicità, materiale promozionale, iniziative promozionali. I dati personali, raccolti e conservati in banche dati di http://www.e-webbest.blogspot.com, sono trattati da collaboratori del titolare del trattamento in qualità di incaricati. Non sono oggetto di diffusione o comunicazione a Terzi, se non nei casi previsti dalla informativa e/o dalla Legge e, comunque, con le modalità da questa consentite. carmelitane.org provvede, in conformità con le vigenti disposizioni di legge in materia, alla registrazione dei file di log. Tali dati non consentono un'identificazione dell'utente se non in seguito ad una serie di operazioni di elaborazione e interconnessione, e necessariamente attraverso dati forniti da altri provider. Operazioni che potranno essere effettuate esclusivamente su richiesta delle competenti Autorità Giudiziarie, a ciò autorizzate da espresse disposizioni di legge atte a prevenire e/o reprimere i reati. Sul sito web carmelitane.org, sono utilizzati dei marcatori temporanei (cookie) che permettono di accedere al sito più velocemente. Per cookie si intende il dato informativo, attivo per la durata della connessione, che viene trasmesso da carmelitane.org al computer dell'utente al fine di permettere una rapida identificazione. L'utente può disattivare i cookie modificando le ipostazioni del browser, si avverte che tale disattivazione potrà rallentare o impedire l'accesso a tutto o parte del sito. L'invio da parte degli utenti/visitatori di propri dati personali per accedere a determinati servizi, ovvero per effettuare richieste in posta elettronica, comporta l'acquisizione da parte di carmelitane.org dell'indirizzo del mittente e/o di altri eventuali dati personali, tali dati verranno trattati esclusivamente per rispondere alla richiesta, ovvero per la fornitura del servizio, e verranno comunicati a terzi solo nel caso in cui sia necessario per ottemperare alle richieste degli utenti/visitatori stessi. Il trattamento viene effettuato attraverso strumenti automatizzati per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per i quali i dati sono stati raccolti e, comunque, in conformità alle disposizioni normative vigenti in materia. Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati. carmelitane.org non può farsi carico della responsabilità di qualsiasi accesso non autorizzato né dello smarrimento delle informazioni personali al di fuori del proprio controllo. Il titolare del trattamento dei dati è Monastero SS.ma Concezione, Via Garibaldi, 1, Sutri 01015 (VT) che potrà utilizzare i dati per tutte le finalità individuate nell'informativa specifica fornita in occasione della sottoscrizione dei vari servizi. Gli utenti/visitatori hanno facoltà di esercitare i diritti previsti dall'art. 7 del D. Lgs. 196/03. In ogni momento, inoltre, esercitando il diritto di recesso da tutti i servizi sottoscritti, è possibile chiedere la cancellazione totale dei dati forniti. Art. 7. Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione: dell'origine dei dati personali; delle finalità e modalità del trattamento; della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici; degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2; dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati. L'interessato ha diritto di ottenere: l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati; la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte: per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta; al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.