RIFLESSIONI PER IL MESE DI MARZO 2015


SCHEDA TOC Marzo 2015

Lo sguardodi S. Teresa a Cristo Crocifisso

Introduzione

S. Teresa ha colto la “bellezza” dello sguardo di Gesù appeso alla Croce, irradiante misericordia e compassione, per vivere l'orazione quale colloquio “faccia a faccia” con Lui.

Volgere lo sguardo verso Gesù Crocifisso significa orientare tutte le proprie forze, i propri sentimenti e le proprie scelte verso Colui che sostiene i nostri passi nel pellegrinaggio di liberazione e redenzione delle nostre anime.

Il pellegrinaggio spirituale del figlio di Dio è quello di scoprirsi sempre più somigliante a Colui che lo ha creato, partecipando alla propria salvezza mediante la fede in Gesù e nella Sua Parola.

Dal costato di Cristo scaturità la fonte della nuova vita, l'acqua che purifica ed il sangue che redime da ogni peccato, perchè ogni uomo possa guardare a Colui che hanno trafitto nella certezza di essere salvato.

In ascolto della Parola


Zc 12, 10-14


Riverserò sopra la casa di Davide e sopra gli abitanti di Gerusalemme uno spirito di grazia e di consolazione: guarderanno a colui che hanno trafitto.

Gv 19, 25-27

Stavano presso la croce di Gesù sua madre, la sorella di sua madre, Maria di Clèofa e Maria di Màgdala. Gesù allora, vedendo la madre e lì accanto a lei il discepolo che egli amava, disse alla madre: «Donna, ecco il tuo figlio!». Poi disse al discepolo: «Ecco la tua madre!». E da quel momento il discepolo la prese nella sua casa.


Commento


Il cammino di sequela Christi comporta il portare la Croce ogni giorno come partecipazione alle soffrenze di Gesù, diventando conformi a Lui per risorgere con Lui.

Con questo atteggiamento S. Teresa durante la sua vita ha accolto la sofferenza come dono del Signore, che la univa più strettamente a Lui e la rendeva simile a Lui.

La Vergine Maria è modello per tutti coloro che come S. Teresa hanno desiderato seguire più da vicino Cristo fin sotto la croce, rimanendo saldi nella fede anche di fronte alle situazioni più oscure ed incomprensibili, ma pur sempre illuminate dalla luce della speranza.


DALLE OPERE DI SANTA TERESA DI GESU'


Dalla Vita Cap. 9, 1

Parla del modo in cui il Signore cominciò a risvegliare la sua anima, a illuminarla in così fitte tenebre e a rafforzare le sue virtù affinché non l’offendesse più.


Ormai, dunque, la mia anima era stanca e, anche se lo voleva, le sue cattive abitudini non la lasciavano riposare. Accadde un giorno che, entrando nell’oratorio, vidi una statua portata lì in attesa di una certa solennità che si doveva celebrare in casa e per la quale era stata procurata. Era un Cristo tutto coperto di piaghe, e ispirava tale devozione che, guardandola, mi turbai tutta nel vederlo ridotto così, perché rappresentava al vivo ciò che egli ebbe a soffrire per noi. Provai tanto rimorso per l’ingratitudine con cui avevo ripagato quelle piaghe, che pareva mi si spezzasse il cuore, e mi gettai ai suoi piedi con un profluvio di lacrime, supplicandolo che mi desse infine la forza di non offenderlo più.


Commento


L'incontro di Teresa con Cristo avviene in modo inaspettato...è l'incontro con l'Uomo crocifisso e piagato per amore suo, che si è offerto personalmente per lei e la sua salvezza.

Questo incontro nella semplicità del quotidiano passaggio davanti alla statua dell'”Ecce Homo” segnano la svolta della sua conversione interiore alla santità, ricevendo la forza di scalare il monte della perfezione non più nello scoraggiamento causato dall'orgoglio, ma dalla confidenza nella misericordia di Colui che ha dato la vita per lei.



Dal Castello interiore

Seste Mansioni Cap. 5, Par. 6


Allora Sua Maestà le potrebbe rispondere come a una certa persona, la quale afflitta per questo stesso motivo, considerava innanzi a un crocifisso di non aver mai avuto di che dare, né di che lasciare per Iddio.

Quel crocifisso la consolò, dicendole che Egli le offriva í dolori e i travagli della sua passione, affinché li considerasse come propri e li presentasse a suo Padre.

Ed ella rimase così ricca e così piena di gioia da non dimenticarsene mai più. Ogni qualvolta avvertiva il peso della sua miseria, bastava che se ne ricordasse per subito rianimarsi ed uscirne consolata.

Di queste cose potrei raccontarne varie altre, perché, avendo trattato con molte persone sante e di orazione, ne conosco parecchie; ma non lo faccio affinché non crediate che si tratti di me.

Il fatto riportato mi è parso assai utile per farvi intendere quanto il Signore si compiaccia che noi ci sforziamo di conoscerci, procurando continuamente di mirare e rimirare la nostra miseria e povertà, persuase di non aver nulla che non ci venga da Lui.

Perciò occorre aver coraggio, sia per questo che per le molte altre cose che si presentano quando Dio tiene l'anima in questo stato. Anzi, se vi è umiltà, occorre più coraggio in questo stato che non negli altri. Il Signore ci soccorra per Quegli che è!...


Commento


S. Teresa insegna la via dell'umiltà quale condizione per conoscere se stessi e convivere con i propri limiti e le proprie fragilità. Infatti, nella consapevole finitudine creaturale Gesù si fa spazio, dando fiducia alla creatura al punto da renderla partecipe della sua missione redentiva come quella di partecipare ai dolori della Sua Passione.

Cristo crocifisso non rende partecipi di una sofferenza inutile e degradante, ma illumina con speranza gioiosa tutte le prove e le tribolazioni che vengono a Lui offerte, perchè Lui le carichi su di sé ed aiuti a portare il giogo d'amore che apre la via per il Cielo.


Dalle Poesie

Il cammino della Croce n. 19


E' la croce gioia e luce,

vita e via al ciel conduce.

Sulla croce, d'ogni cosa

sta il Signore, sta la gioia pur

se gemi

nel dolore:

essa allieta di sua luce,

essa è via che al ciel conduce.


E' una pianta da cui dolce

frutto pende;

e la Sposa che lo dicembrese nintende.

Piace molto al sommo Duce, essa è via che al ciel conduce.

Essa ombreggia come olivo

questo suolo;

tempra l'olio che distilla

ogni duolo.

Essa l'alma mi seduce,

essa è via che al ciel conduce.


Pianta verde, sogno caro

della Sposa,

sotto cui col suo Diletto

si riposa:

tal croce mi riluce,

essa è via che al ciel conduce.


Per chi il mondo e le sue offerte

fugge e aborre,

per chi gode in Dio ogni bene

sol riporre,

è la croce vita e luce,

essa è via che al ciel conduce.

Dacchè l'unse col suo sangue

il Signore,

v'è gioia nella croce,

v'è l'onore;

essa giubilo produce,

essa è via che al ciel conduce.


Commento


Ecco dunque la meta del pellegrinaggio spirituale di S. Teresa...dalla conversione all'amore crocifisso di Gesù, dalla partecipazione ai dolori del Suo Sposo fino alla comunione con il sacrificio del Cristo che dona gioia e vita a chi si dona totalmente a Lui senza riserve e paure.

S. Teresa indica la via, la verità e la vita che il Cristo le ha mostrato, cioè vivere in intimità con Lui ogni momento della propria vita per morire e risorgere con Lui per il bene proprio e di tutte le anime che Lui vorrà salvare.


DOMANDE:

  • Vivo la sofferenza come partecipazione alla sofferenza di Cristo che mi conforma a Lui?

  • Nella prova credo e spero nella Risurrezione di Cristo?

  • Come vivo i momenti di aridità nella preghiera? Rimango fedele anche quando Gesù non mi fa sentire la sua consolazione?

  • Porto la mia croce nella consapevolezza che questa mi unisce di più a Gesù?


PREGHIERA

Sal 139, 1-12


Signore, tu mi scruti e mi conosci,
tu conosci quando mi siedo e quando mi alzo,

intendi da lontano i miei pensieri,

osservi il mio cammino e il mio riposo,
ti sono note tutte le mie vie.

La mia parola non è ancora sulla lingua
ed ecco, Signore, già la conosci tutta.

Alle spalle e di fronte mi circondi
e poni su di me la tua mano.

Meravigliosa per me la tua conoscenza,
troppo alta, per me inaccessibile.

Dove andare lontano dal tuo spirito?
Dove fuggire dalla tua presenza?

Se salgo in cielo, là tu sei;
se scendo negli inferi, eccoti.

Se prendo le ali dell'aurora
per abitare all'estremità del mare,

anche là mi guida la tua mano
e mi afferra la tua destra.

Se dico: «Almeno le tenebre mi avvolgano
e la luce intorno a me sia notte»,

 nemmeno le tenebre per te sono tenebre
e la notte è luminosa come il giorno;
per te le tenebre sono come luce.

Newsletter
Privacy Policy

La presente Privacy Policy ha lo scopo di descrivere le modalità di gestione dei siti Internet, di secondo e terzo livello, di proprietà del Monastero SS.ma Concezione, in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti/visitatori che li consultano. carmelitane.org tratta tutti i dati personali degli utenti/visitatori dei servizi offerti, nel pieno rispetto di quanto previsto dalla normativa nazionale italiana in materia di privacy e, in particolare del D. Lgs. 196/2003. Ove l'accesso a particolari servizi venga subordinato alla registrazione previa comunicazione di dati personali, viene fornita un'informativa specifica al momento della sottoscrizione dei servizi stessi. L'acquisizione dei dati, che possono essere richiesti, è il presupposto indispensabile per accedere ai servizi offerti sul sito. http://www.e-webbest.blogspot.com conserva i dati tecnici relativi alle connessioni (log) per consentire i controlli di sicurezza richiesti dalla Legge e al fine di migliorare la qualità dei servizi offerti e personalizzarli in relazione alle esigenze degli utenti/visitatori. I dati inseriti, se non diversamente indicato, non possono essere utilizzati per inviare periodicamente messaggi di posta elettronica contenenti pubblicità, materiale promozionale, iniziative promozionali. I dati personali, raccolti e conservati in banche dati di http://www.e-webbest.blogspot.com, sono trattati da collaboratori del titolare del trattamento in qualità di incaricati. Non sono oggetto di diffusione o comunicazione a Terzi, se non nei casi previsti dalla informativa e/o dalla Legge e, comunque, con le modalità da questa consentite. carmelitane.org provvede, in conformità con le vigenti disposizioni di legge in materia, alla registrazione dei file di log. Tali dati non consentono un'identificazione dell'utente se non in seguito ad una serie di operazioni di elaborazione e interconnessione, e necessariamente attraverso dati forniti da altri provider. Operazioni che potranno essere effettuate esclusivamente su richiesta delle competenti Autorità Giudiziarie, a ciò autorizzate da espresse disposizioni di legge atte a prevenire e/o reprimere i reati. Sul sito web carmelitane.org, sono utilizzati dei marcatori temporanei (cookie) che permettono di accedere al sito più velocemente. Per cookie si intende il dato informativo, attivo per la durata della connessione, che viene trasmesso da carmelitane.org al computer dell'utente al fine di permettere una rapida identificazione. L'utente può disattivare i cookie modificando le ipostazioni del browser, si avverte che tale disattivazione potrà rallentare o impedire l'accesso a tutto o parte del sito. L'invio da parte degli utenti/visitatori di propri dati personali per accedere a determinati servizi, ovvero per effettuare richieste in posta elettronica, comporta l'acquisizione da parte di carmelitane.org dell'indirizzo del mittente e/o di altri eventuali dati personali, tali dati verranno trattati esclusivamente per rispondere alla richiesta, ovvero per la fornitura del servizio, e verranno comunicati a terzi solo nel caso in cui sia necessario per ottemperare alle richieste degli utenti/visitatori stessi. Il trattamento viene effettuato attraverso strumenti automatizzati per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per i quali i dati sono stati raccolti e, comunque, in conformità alle disposizioni normative vigenti in materia. Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati. carmelitane.org non può farsi carico della responsabilità di qualsiasi accesso non autorizzato né dello smarrimento delle informazioni personali al di fuori del proprio controllo. Il titolare del trattamento dei dati è Monastero SS.ma Concezione, Via Garibaldi, 1, Sutri 01015 (VT) che potrà utilizzare i dati per tutte le finalità individuate nell'informativa specifica fornita in occasione della sottoscrizione dei vari servizi. Gli utenti/visitatori hanno facoltà di esercitare i diritti previsti dall'art. 7 del D. Lgs. 196/03. In ogni momento, inoltre, esercitando il diritto di recesso da tutti i servizi sottoscritti, è possibile chiedere la cancellazione totale dei dati forniti. Art. 7. Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione: dell'origine dei dati personali; delle finalità e modalità del trattamento; della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici; degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2; dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati. L'interessato ha diritto di ottenere: l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati; la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte: per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta; al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.