OMELIA: L’icona di Maria presso la Croce non va considerata a sé stante, staccata da tutta la storia della salvezza. Non avrebbe infatti significato un Cristianesimo che esaltasse il dolore e la sofferenza. Darebbe cioè ragione a coloro che, nella storia lo hanno criticato e rifiutato ritenendolo la religione dei poveracci, dei disagiati e dei perdenti.

S. Paolo ci ricorda invece che se ci troviamo nella persecuzione e nella debolezza è allora che possiamo considerarci forti e questo a motivo che il Signore, il Dio Altissimo ha conosciuto ed ha attraversato i sentieri della debolezza. L’apostolo riassume perciò il suo pensiero in quelle parole che sono divenute famose “Quando sono debole è allora che sono forte”, aggiungendo poi che la stoltezza di Dio – che risplende nella Croce – è più sapiente della sapienza umana. È chiaro, allora che stando oggi con Maria presso la Croce ci scopriamo davvero sapienti in una condizione in cui tutto umanamente sembra perduto.

Nel Salmo responsoriale che abbiamo pregato abbiamo chiesto al Signore di rallegrare la nostra vita: una vita che, concretamente, sappiamo essere difficile da molti punti di vista (economici, culturali, esistenziali), ma – trattandosi di una preghiera – la richiesta è animata dalla speranza. Maria è appunto questo emblema di discepolato, animato dalla speranza con la quale avvolge nel suo amore materno il Figlio morente e noi tutti che, assieme al discepolo, la consideriamo fra le cose più care.

È una realtà di fede profonda: il Cristianesimo guarda a tutta l’umanità – uomo e donna – avendo in sé e proponendo due parametri, due misure con le quali confrontarci: Cristo e sua Madre e in questo contrassegna i legami familiari più stretti: Cristo nostro fratello e Maria nostra sorella.

In tal senso, Dio torna ad avvolgerci e a circondarci con il suo amore e come Carmelitani il pensiero va allo Scapolare: di esso ci si riveste perché Dio riveste la nostra umanità con il suo amore aperto ad un futuro di glorificazione e redenzione.

È la veste di Maria, riconducibile per certi versi, al manto di protezione dei suoi figli, ma è anche il manto con il quale Dio riveste la parola eterna per renderla comprensibile all’uomo: Parola divina in parole umane che possono essere ripetute dai discepoli, prima fra tutti da Maria.

Parola che ci parla di eternità, che apre alla vita, ma che – per poterlo fare – non può evitare la strada della persecuzione e della morte perché questa Parola divina sconvolge le parole umane spesso macchiate dalla superbia e dal peccato alimentati dall’egoismo.

Anche se non dice nulla presso la Croce, Maria è spinta dal Figlio a riaffidarsi al disegno del Padre: non la ribellione, ma ascoltare e conoscere la forza di Dio che dalla Croce si riversa sull’uomo.

S. Teresa nel suo Libro della vita [XXV,19] racconta come questa forza sia vittoriosa sul male:

«Prendevo in mano una croce e mi sembrava davvero che Dio me ne desse il coraggio (…) Mi vidi così trasformata che non avrei temuto di lottare con essi corpo a corpo, sembrandomi facile, con quella croce, poterli sgominare tutti»

Tornare alla Croce è perciò tornare alla Parola che su di essa pur nel suo silenzio è ancor più eloquente di tante nostre parole. Beato allora l’uomo che ascolta il Signore – dice la I Lettura – e chiaramente Maria si pone fra le prime a godere di questo favore di Dio: in Lei la forza della Pasqua si è già completamente attuata e questo – pur nella sofferenza della Croce – l’aiuta a ripetere il fiat dell’Annunciazione.

In noi, semplici discepoli tutto questo dovrà accadere in modo completo alla fine dei tempi, anche se siamo sulla strada di una Pasqua già avvenuta. Dio non ci chiede l’impossibile, ma un atteggiamento di ascolto e preghiera per il quale la Parola seminata nel nostro cuore potrà offrirci frutti preziosi e vivificanti.

Impariamo, allora da Maria questo sapiente ascolto che può sollevarci da ogni difficoltà che quotidianamente può presentarsi. Solo così potrà realizzarsi pienamente la nostra vocazione di creature destinate al Regno, consapevoli della vicinanza e del sostegno di Maria.

(A cura di p. Luca Di Girolamo osm)

Newsletter
Privacy Policy

La presente Privacy Policy ha lo scopo di descrivere le modalità di gestione dei siti Internet, di secondo e terzo livello, di proprietà del Monastero SS.ma Concezione, in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti/visitatori che li consultano. carmelitane.org tratta tutti i dati personali degli utenti/visitatori dei servizi offerti, nel pieno rispetto di quanto previsto dalla normativa nazionale italiana in materia di privacy e, in particolare del D. Lgs. 196/2003. Ove l'accesso a particolari servizi venga subordinato alla registrazione previa comunicazione di dati personali, viene fornita un'informativa specifica al momento della sottoscrizione dei servizi stessi. L'acquisizione dei dati, che possono essere richiesti, è il presupposto indispensabile per accedere ai servizi offerti sul sito. http://www.e-webbest.blogspot.com conserva i dati tecnici relativi alle connessioni (log) per consentire i controlli di sicurezza richiesti dalla Legge e al fine di migliorare la qualità dei servizi offerti e personalizzarli in relazione alle esigenze degli utenti/visitatori. I dati inseriti, se non diversamente indicato, non possono essere utilizzati per inviare periodicamente messaggi di posta elettronica contenenti pubblicità, materiale promozionale, iniziative promozionali. I dati personali, raccolti e conservati in banche dati di http://www.e-webbest.blogspot.com, sono trattati da collaboratori del titolare del trattamento in qualità di incaricati. Non sono oggetto di diffusione o comunicazione a Terzi, se non nei casi previsti dalla informativa e/o dalla Legge e, comunque, con le modalità da questa consentite. carmelitane.org provvede, in conformità con le vigenti disposizioni di legge in materia, alla registrazione dei file di log. Tali dati non consentono un'identificazione dell'utente se non in seguito ad una serie di operazioni di elaborazione e interconnessione, e necessariamente attraverso dati forniti da altri provider. Operazioni che potranno essere effettuate esclusivamente su richiesta delle competenti Autorità Giudiziarie, a ciò autorizzate da espresse disposizioni di legge atte a prevenire e/o reprimere i reati. Sul sito web carmelitane.org, sono utilizzati dei marcatori temporanei (cookie) che permettono di accedere al sito più velocemente. Per cookie si intende il dato informativo, attivo per la durata della connessione, che viene trasmesso da carmelitane.org al computer dell'utente al fine di permettere una rapida identificazione. L'utente può disattivare i cookie modificando le ipostazioni del browser, si avverte che tale disattivazione potrà rallentare o impedire l'accesso a tutto o parte del sito. L'invio da parte degli utenti/visitatori di propri dati personali per accedere a determinati servizi, ovvero per effettuare richieste in posta elettronica, comporta l'acquisizione da parte di carmelitane.org dell'indirizzo del mittente e/o di altri eventuali dati personali, tali dati verranno trattati esclusivamente per rispondere alla richiesta, ovvero per la fornitura del servizio, e verranno comunicati a terzi solo nel caso in cui sia necessario per ottemperare alle richieste degli utenti/visitatori stessi. Il trattamento viene effettuato attraverso strumenti automatizzati per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per i quali i dati sono stati raccolti e, comunque, in conformità alle disposizioni normative vigenti in materia. Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati. carmelitane.org non può farsi carico della responsabilità di qualsiasi accesso non autorizzato né dello smarrimento delle informazioni personali al di fuori del proprio controllo. Il titolare del trattamento dei dati è Monastero SS.ma Concezione, Via Garibaldi, 1, Sutri 01015 (VT) che potrà utilizzare i dati per tutte le finalità individuate nell'informativa specifica fornita in occasione della sottoscrizione dei vari servizi. Gli utenti/visitatori hanno facoltà di esercitare i diritti previsti dall'art. 7 del D. Lgs. 196/03. In ogni momento, inoltre, esercitando il diritto di recesso da tutti i servizi sottoscritti, è possibile chiedere la cancellazione totale dei dati forniti. Art. 7. Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione: dell'origine dei dati personali; delle finalità e modalità del trattamento; della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici; degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2; dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati. L'interessato ha diritto di ottenere: l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati; la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte: per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta; al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.