Il profeta Elia nella tradizione carmelitana

Elia è l'uomo di Dio desideroso di vivere costantemente alla presenza del Suo Signore; le Sacre Scritture ci parlano di lui nel ciclo di Elia (1Re 17-19, 21 e 2Re 1) e nel ciclo di Eliseo (1Re 19, 19-21 e 2Re 2).


Per l'haggadah rabbinica e i Padri della Chiesa che commentano i tre itinerari di lettura della storia del profeta (fuga di Elia al torrente Charit - incontro con la vedova di Sarepta di Sidone e la sfida ai profeti di Baal sul Monte Carmelo; vigna di Nabot ottenuta dal re Acab con il suo assassinio per ordine della regina Gezabele; incontro di Elia con il re Acazia, successore di Acab) Elia è modello di monaco vergine, dedito alla preghiera nella solitudine e che anela all'intimità con Dio solo.


I primi eremiti carmelitani, che scelgono il Monte Carmelo come luogo in cui vivere i propositi evangelici di sequela cristiana, si riuniscono intorno alla “fonte di Elia” come eredi spirituali dell' “uomo del deserto”, eletto padre spirituale, per imitare Gesù Cristo, Figlio di Dio.


Nei primi secoli di storia dell'Ordine Carmelitano (XIV-XV sec.) scrittori come Giovanni Baconthorp, Arnoldo Bostio e soprattutto Filippo Ribot nella sua opera De Institutione primorum monacorum, elaborano l'identità del carmelitano secondo il modello eliano; la sosta di Elia presso il torrente Charit è letta come esperienza di incontro intimo con Dio grazie alla preghiera, fonte di nutrimento per la vita di colui che riceve tutto da Dio.


La riflessione sull'ereditarietà spirituale eliana (c.d. cuneo dei figli dei profeti) rafforza la motivazione in coloro che desiderano interiorizzare la Parola di Dio tramite la preghiera continua. Crescendo l'esigenza di affidarsi alla presenza della Vergine Maria, Madre di Dio, per vivere nell'ossequio di Gesù Cristo con cuore puro e retta coscienza, espressa intitolando alla Virgo Purissima il primo oratorio costruito in mezzo alle celle sul Monte Carmelo, i carmelitani rileggono l'episodio in cui Elia vede la nuvoletta sorgente dal mare (1 Re 18, 41-46) e vedono in lei la figura di una donna, pre-annuncio di speranza e salvezza per tutti gli uomini.


Il profeta Elia e la Vergine Maria, “fondatori spirituali ideali” per i carmelitani, sono ispirazione, con la loro vita fedele al servizio del Signore Dio per un'integrale trasformazione del discepolo in Cristo Gesù tramite lo stile di “preghiera e agire carmelitani”: la purità di cuore, la solitudine e il deserto, distacco totale da ciò che non è Dio, l'umiltà e la carità, l'autenticità delle parole e delle opere.


Elia, già modello di orazione, diventa anche modello di azione apostolica nei periodi in cui l'Ordine carmelitano deve interrogarsi sulla propria identità nata come eremitica, evolutasi poi in mendicante, per riequilibrare le componenti umane e spirituali di amore e servizio a Dio in mezzo ai fratelli (cfr. Michele di S. Agostino, Giovanni Battista De Lezana).

Nell'epoca moderna la riflessione carmelitana si pone in continuità con la tradizione dell'Ordine per raggiungere la necessaria armonia nella vita religiosa tra la dimensione contemplativa e il servizio apostolico ai fratelli sull'esempio di Gesù e nel corso dei secoli XVII-XVIII la letteratura carmelitana valorizza la figura del profeta Elia come “tipo di Cristo”, ponendo l'attenzione sull'atteggiamento di Elia che si rapporta a Dio come Gesù in relazione filiale con il Padre tramite la preghiera frequente e l'obbedienza totale senza condizioni.


Dopo il Concilio Vaticano II l'Ordine carmelitano approfondisce la sua dimensione spirituale profetico-eliana, evidenziando la completezza della figura del Profeta: Elia appare come l'uomo che desidera contemplare il volto di Dio, assetato della Sua Presenza ed appassionato dalla dimensione di un amore assoluto come quello divino.


Elia profeta, dopo aver sperimentato paure e fallimenti, riprende il lungo e faticoso cammino con l'aiuto di Dio, impara a riconoscere la Sua Presenza in modo nuovo e più maturo. Egli comprende che Dio può rendersi presente nella sua vita senza eclatanza, ma, piuttosto come mormorìo di una brezza leggera che spira sul monte Horeb.


L'esperienza nuova di ascolto della Parola di Dio da parte di Elia lo riconduce alla fedeltà dell'Alleanza con il Dio Unico per essere profeta solidale con i poveri e con tutti coloro che soffrono violenza e ingiustizia.


Il carmelitano impara da Elia ad essere un uomo dal cuore indiviso, uomo integro che serve il Signore con totale disponibilità e passione; crede in Dio, si lascia condurre dallo Spirito e dalla Parola, interiorizzata nel proprio cuore, per testimoniare la divina presenza nel mondo, anche attraverso una vita di condivisione con i fratelli che Dio gli ha posto accanto nella comunità.


BIBLIOGRAFIA:

Boaga E., voce Elia Profeta e i Carmelitani, in Diz. carmelitano, p. 317 ss., Città Nuova, 2008, Roma.

Boaga E., Elia Profeta nella storia e nella vita del Carmelo, in Collana “Approccio dinamico al carisma del Carmelo” n. 5, Centro Stampa Carmelitano, 2008, Roma.

Costit. dei Carmelitani art. 26, ed. 1995, Roma.

Kilian Healy, Profeta di Fuoco, Institutum carmelitanum, 1993, Roma.


(Articolo pubblicato sulla rivista "La Madonna del Carmine" n. 14/2014, pp. 8-9)


Se desideri approfondire questo tema sul profeta Elia nella tradizione carmelitana, porci domande o avere un confronto di idee e riflessioni, scrivici all'e-mail: carmelo.s.concezione@gmail.com

Newsletter
Privacy Policy

La presente Privacy Policy ha lo scopo di descrivere le modalità di gestione dei siti Internet, di secondo e terzo livello, di proprietà del Monastero SS.ma Concezione, in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti/visitatori che li consultano. carmelitane.org tratta tutti i dati personali degli utenti/visitatori dei servizi offerti, nel pieno rispetto di quanto previsto dalla normativa nazionale italiana in materia di privacy e, in particolare del D. Lgs. 196/2003. Ove l'accesso a particolari servizi venga subordinato alla registrazione previa comunicazione di dati personali, viene fornita un'informativa specifica al momento della sottoscrizione dei servizi stessi. L'acquisizione dei dati, che possono essere richiesti, è il presupposto indispensabile per accedere ai servizi offerti sul sito. http://www.e-webbest.blogspot.com conserva i dati tecnici relativi alle connessioni (log) per consentire i controlli di sicurezza richiesti dalla Legge e al fine di migliorare la qualità dei servizi offerti e personalizzarli in relazione alle esigenze degli utenti/visitatori. I dati inseriti, se non diversamente indicato, non possono essere utilizzati per inviare periodicamente messaggi di posta elettronica contenenti pubblicità, materiale promozionale, iniziative promozionali. I dati personali, raccolti e conservati in banche dati di http://www.e-webbest.blogspot.com, sono trattati da collaboratori del titolare del trattamento in qualità di incaricati. Non sono oggetto di diffusione o comunicazione a Terzi, se non nei casi previsti dalla informativa e/o dalla Legge e, comunque, con le modalità da questa consentite. carmelitane.org provvede, in conformità con le vigenti disposizioni di legge in materia, alla registrazione dei file di log. Tali dati non consentono un'identificazione dell'utente se non in seguito ad una serie di operazioni di elaborazione e interconnessione, e necessariamente attraverso dati forniti da altri provider. Operazioni che potranno essere effettuate esclusivamente su richiesta delle competenti Autorità Giudiziarie, a ciò autorizzate da espresse disposizioni di legge atte a prevenire e/o reprimere i reati. Sul sito web carmelitane.org, sono utilizzati dei marcatori temporanei (cookie) che permettono di accedere al sito più velocemente. Per cookie si intende il dato informativo, attivo per la durata della connessione, che viene trasmesso da carmelitane.org al computer dell'utente al fine di permettere una rapida identificazione. L'utente può disattivare i cookie modificando le ipostazioni del browser, si avverte che tale disattivazione potrà rallentare o impedire l'accesso a tutto o parte del sito. L'invio da parte degli utenti/visitatori di propri dati personali per accedere a determinati servizi, ovvero per effettuare richieste in posta elettronica, comporta l'acquisizione da parte di carmelitane.org dell'indirizzo del mittente e/o di altri eventuali dati personali, tali dati verranno trattati esclusivamente per rispondere alla richiesta, ovvero per la fornitura del servizio, e verranno comunicati a terzi solo nel caso in cui sia necessario per ottemperare alle richieste degli utenti/visitatori stessi. Il trattamento viene effettuato attraverso strumenti automatizzati per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per i quali i dati sono stati raccolti e, comunque, in conformità alle disposizioni normative vigenti in materia. Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati. carmelitane.org non può farsi carico della responsabilità di qualsiasi accesso non autorizzato né dello smarrimento delle informazioni personali al di fuori del proprio controllo. Il titolare del trattamento dei dati è Monastero SS.ma Concezione, Via Garibaldi, 1, Sutri 01015 (VT) che potrà utilizzare i dati per tutte le finalità individuate nell'informativa specifica fornita in occasione della sottoscrizione dei vari servizi. Gli utenti/visitatori hanno facoltà di esercitare i diritti previsti dall'art. 7 del D. Lgs. 196/03. In ogni momento, inoltre, esercitando il diritto di recesso da tutti i servizi sottoscritti, è possibile chiedere la cancellazione totale dei dati forniti. Art. 7. Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione: dell'origine dei dati personali; delle finalità e modalità del trattamento; della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici; degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2; dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati. L'interessato ha diritto di ottenere: l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati; la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte: per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta; al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.